Occhio pigro o Ambliopia?Se stimolati migliorano anche da adulti


“L’occhio pigro”,sembra oramai accertato che  possa guarire anche in età adulta, basta esporlo a stimoli visivi.Questo il risultato di una ricerca effettuata sui topolini dall’equipe di Alessandro Sale presso la scuola Normale Superiore Di Pisa, dove due gruppi di topolini, uno con i sintomi dell’”occhio pigro”, cioè la cui corteccia visiva cerebrale non si era ben sviluppata durante la crescita. http://www.stampa.cnr.it/docUfficioStampa/cnrWeb/2007/Mag/02_mag_07_03.pdf   Gli esperti hanno così bendato l’occhio “buono” così come si fa nei bambini e posto i topolini in un ambiente pieno di stimoli.Nel giro di poche settimane il cervello del topolini si è “riacceso” in maniera inaspettata, perchè si è sempre detto che in età adulta non si ha un recupero significativo.Stimoli mirati quindi tolgono la “ruggine” dal cervello riattivando la plasticità neuronale che si pensava persa per sempre.La scoperta dell’equipe dimostra ancora una volta che anche in età adulta il cervello può essere riattivato e l’ambliopia o “occhio pigro” può essere trattato. L’ambliopia è abbastanza diffusa ed è una situazione in cui un occhio fa il lavoro doppio mentre uno poltrisce, così la corteccia visiva cerebrale legata all’occhio pigro non viene sviluppata e perde la sua funzionalità, e riduce la possibilità di effettuare collegamenti neuronali nell’età cruciale, in cui la plasticità cerebrale è al massimo. Su questa e altre ricerche che mostrano che la neuro plasticità esiste anche in età adulta, si basa il training neurovisivo revitalvision che sfrutta proprio questa capacità del cervello per stimolare la corteccia visiva cerebrale che non si è sviluppata adeguatamente durante i primi anni di vita. L’utilizzo di unostimolo visivo mirato(gabor Patch) ideato da un nobel della fisica Dennis Gabor permette a revitalvision di stimolare l’area V1 della corteccia visiva cerebrale,stando comodamente a casa propria tramite degli esercizi monitorati da remoto e che posso dopo passo “risvegliano” nuovi neuroni della corteccia che rielaboreranno l’immagine che l’occhio pigro gli invia.Con 30-40 sedute di revitalvision si riesce ad ottenere un ottimo miglioramento della sensibilità al contrasto dell’acuità visiva.Revitalvision ha ottenuto l’importante riconoscimento dell’FDA per trattare l’occhio pigro in età adulta.