IL DALTONISMO, L’INCAPACITA’ DI DISTINGUERE I COLORI

Daltonismo, 180 milioni di persone ne sono colpite

Daltonismo e il mondo dei colori. Per chi soffre di daltonismo, lo spettro dei colori è differente. Quando vogliamo prendere in giro un amico che sbaglia un colore, ne vede uno per un altro, confonde i toni, lo guardiamo con un sorriso e gli diciamo: “Sei daltonico?”. Per chi soffre di questo disturbo c’è poco da ridere perché crea grossi problemi nella vita di tutti i giorni. Il daltonismo è l’incapacità di distinguere i colori. Il termine daltonismo prende il nome dal chimico inglese John Dalton, il primo a descrivere il disturbo, di cui lui stesso soffriva, in un articolo nel 1794. 180 milioni di persone nel mondo non percepiscono i colori. Il daltonismo colpisce soprattutto il genere maschile, ne soffre l’8% degli uomini, meno le donne, ne è colpito lo 0,5%. Il disturbo più comune consiste nella difficoltà di distinguere il rosso dal verde, c’è chi è incapace di vedere il blu, chi ha una visione dei colori molto ridotta e c’è chi – ma questo in casi estremamente rari – non distingue per niente i colori.

Daltonismo. Il disturbo più comune è la scarsa percezione del rosso e del verde

Per l’esattezza il daltonismo si distingue in acromatopsia, quando si ha difficoltà a riconoscere i tre colori fondamentali, il blu, il verde e il rosso. In discromatopsia, quando si ha un difetto di visione di uno dei tre colori primari. Andiamo ancora di più nello specifico per capire meglio il daltonismo e l’incapacità di distinguere i colori che ne consegue. La protanopia è l’insensibilità al rosso mentre  la protanomalia è la scarsa sensibilità. Stesso discorso per il verde. Deuteranopia: insensibilità. Deuteranomalia: scarsa sensibilità. Gli altri colori che creano problemi nei daltonici sono il blu e il giallo. Tritanopia, insensibilità, e tritanomalia, scarsa sensibilità,  a questi due colori. Immaginate le conseguenze che il daltonismo ha sulla vita quotidiana. Chi soffre di daltonismo ha difficoltà nella guida, per esempio, o si vede precluse alcune attività lavorative.